Il vino rosato fa tendenza

Quello che non sapete sul Rosé

Per diverso tempo il vino rosato o rosé è stato glissato in Italia dai grandi rossi e dai famosi bianchi. Oggi però è tornato di gran moda grazie ai suoi sapori delicati e fruttati, che possono abbinarsi a molti piatti ed esser sfruttati durante aperitivi e serate fra amici, sopratutto durante la bella stagione. Infatti è un vino molto versatile e per questo sempre più apprezzato. Ma quando è giusto optare per un Rosé? Rispetto ai vini bianchi i vini rosati sono spesso meno acidi e posseggono una maggiore morbidezza. Mentre rispetto ai rossi hanno una struttura e un’astringenza minore, quindi una minor quantità di tannini e comunque una struttura  più robusta rispetto ai bianchi. In breve l’abbinamento è azzeccato quando il vino bianco risulta essere troppo poco e quello con il rosso invece è troppo.

Il vino rosato è perfettamente abbinabile con  diverse varietà di cibo: dagli antipasti alla pasta, passando per il riso fino alla carne e al pesce senza dimenticare i formaggi. Quindi date libero sfogo alla vostra fantasia e fateli incontrare con piatti freschi ed estivi come insalate, risi freddi e piatti a base di verdure.

Cosa abbianare ad un Rosé? Ecco alcune idee appetitose

Grazie alla morbidezza e alla gradevole acidità i vini rosati si sposano bene con i primi piatti a base di salsa di pomodoro, con i tipi di pasta ripiene al forno e inoltre, decisamente apprezzabile è il matrimonio vino rosato e pizza in tutte le sue ottime declinazioni.

Tale versatilità rende i vini rosati molto adatti all’abbinamento con piatti a base di pesce come zuppe di pesce e pesce arrosto gustosamente condito e aromatizzato, assolutamente da provarli con i crostacei! Perfetto sembra essere anche l’abbinamento con funghi e latticini, e quello con i formaggi freschi e non stagionati.

Grazie alle loro specificità i vini rosati sono oltremodo abbinabili anche con piatti a base di carne, in particolare con la carne bianca, piatti con elementi saltati in padella fino ad arrivare alla carne arrosto magari cucinata o comunque accompagnata con funghi o con i tartufi.

La bassa ma apprezzabile acidità e la gradazione alcolica moderata esaltano i sapori, quando si accompagnano a salumi, sia magri che grassi, a preparazioni di piatti a base di verdure, siano essi leggeri sformati o interessanti “parmigiane”, senza dimenticare l’eccellente accostamento con cereali e legumi.

I vini rosati sono inoltre particolarmente adatti in occasione di aperitivi grazie alla possibilità di essere serviti a temperature basse, come si usa per i bianchi fra i 6°-8°C.

← Scopri lo Spumante Rosé Extra Dry

← Torna al Blog

Please follow and like us: